Torre Cavallara di Catanzaro

Torre Cavallara di Catanzaro

Torre Cavallara di Catanzaro

Torre Cavallara di Catanzaro


Situata su una collina del quartiere Aranceto di Catanzaro, a poca distanza dal mare, domina con la sua prospettiva frontale tutta la costa catanzarese, mentre alle sue spalle è possibile scorgere il promontorio silano. Edificata nel 1540 per volere del vicerè Don Pedro di Toledo, fa parte del sistema difensivo strutturato per difendere i territori dalle invasioni turche. E’ infatti, sulle alture calabresi a pochi chilometri dalle coste, che si può notare la presenza dei ruderi di molte altre torri di guardia. La torre è detta “cavallara” proprio perché accoglieva al suo interno le sentinelle a cavallo. E’ancora visibile la scala che conduceva al piano superiore collegata al resto della struttura da un ponte levatoio ormai scomparso.
Visitando i resti della Torre Cavallara di Catanzaro, si è avvolti da un silenzio insolito nelle città moderne, guidati da una prospettiva meravigliosa, si può viaggiare nel tempo, immaginando le guardie che avvistando le navi nemiche, avvertivano i presidi militari a difesa del territorio con segnali di fumo o il suono dei corni. Come tutte le torri di difesa, anche la Torre Cavallara di Catanzaro fu abbandonata nei primi decenni del XVII secolo. Attualmente è uno degli esempi più tangibili di queste epoche passate, ma necessita di importanti interventi di recupero e promozione.