Archivio tag: home

Paesaggi calabresi

Paesaggi calabresi

“Provavo un gran dispiacere a dover lasciare la Calabria. Le sue bellezze avevano esercitato una specie di magica ascendenza su di me e sentivo che sarebbe stata eterna. Avevo la sensazione che qualsiasi cosa avessi visto in futuro non avrebbe suscitato in me sensazioni altrettanto piacevoli ed indelebili. Di questo non ho dubbi.
Anzi, ho la presunzione di affermare che in nessun’altra parte d’Europa la natura ha tracciato in modo così magnifico le linee che il genio e l’opera umana devono seguire o gli sforzi dell’arte migliorare.”
 Keppel Craven 

Alcune foto dei paesaggi calabresi, ma non vi è foto che possa cogliere la bellezza e la varietà di questi spettacoli della natura. La Calabria ha paesaggi vari, incantati, unici.

San Fili

San Fili

Bellavista Catanzaro

Bellavista Catanzaro

San Fili

San Fili

Kaulon

Kaulon

Piano di Novacco

Piano di Novacco

Scoprendo Catanzaro

Scoprendo Catanzaro con i viaggiatori dell’800 e del ’900

(Ri)scoprendo Catanzaro durante la Notte piccante con i racconti dei viaggiatori dell’800 e del ’900.
Una serata bellissima, un giro di tre ore per il centro storico di Catanzaro, con tante, tantissime persone. Grazie a tutti!!!!

 

notte piccante

Per la Notte Piccante scopriremo il centro storico seguendo i racconti dei viaggiatori, dei poeti e degli studiosi che hanno visitato Catanzaro nell’800 e nel ’900. Gli attori, della Compagnia “Teatro Incanto”, che rappresenteranno personalità come Lenormant, Gissing, Settembrini, Isnardi e Pascoli, saranno seguiti dalle spiegazioni della guida culturale. Sarà l’occasione per riscoprire Catanzaro e il suo centro storico in un modo nuovo, facendoci accompagnare dalle emozioni dei grandi studiosi e poeti che hanno amato questa città. Vi aspettiamo a Bellavista alle 18:30!!!

Le Cuzzupe calabresi di Pasqua

10245030_10202117141545146_142059603_o

Le Cuzzupe calabresi di Pasqua

10260478_10202117144585222_366439728_oLe Cuzzupe di Pasqua

In questo periodo la Calabria è rallegrata dal profumo delle Cuzzupe in preparazione per la domenica di Pasqua.

Le Cuzzupe sono dolci tipici calabresi preparati per la Pasqua. Sono dolci molto particolari e dai profondi significati. Simili al Tsoureki, il dolce pasquale della tradizione ortodossa preparato in Grecia, rimandano ai significati più profondi della Resurrezione. Esse sono decorate con le uova sode che vengono disposte sulla superficie a simboleggiare la vita dopo la Resurrezione.
La forma stessa delle cuzzupe calabresi rimanda a molteplici significati. Un tempo era usanza regalarle al promesso sposo a forma di cuore, come era comune mandare dei messaggi attraverso il numero delle uova inserite nella decorazione.
Le forme possono essere varie e spesso sono delle vere e proprie prove di abilità e fantasia. Tradizionalmente si preparano durante la Settimana Santa per essere gustate la domenica di Pasqua. Un tempo venivano preparate con lo strutto e per tale motivo era categoricamente vietato mangiarle il Venerdì Santo, poiché tale giorno era dedicato alla penitenza e all’astensione dalla carne e dei suoi derivati.
Come tutte le ricette della tradizione, anche le cuzzupe hanno piccole varianti che si tramandano da famiglia in famiglia.

Noi proponiamo una ricetta base

Ingredienti per le cuzzupe calabresi di Pasqua:
1 kg di farina 00, 4 uova, 330 g di zucchero, 125 g di burro a temperatura ambiente o 250 ml di olio, 1 bustina di vanillina,1 bustina di lievito per dolci, , 130 ml di latte tiepido, la buccia grattugiata di un limone.
Per spennellare e decorare:
3 tuorli, uova sode intere e a scelta codine di zucchero colorate.

Preparazione:
Disporre la farina su una spianatoia e formare la classica fontana.
Intiepidire il latte in un pentolino.
In un bicchierino sciogliere il lievito per dolci con un po’ di latte tiepido.
Versare al centro della fontana le 4 uova intere, lo zucchero, il burro a pezzetti, la buccia grattugiata del limone, la bustina di vanillina e il bicchiere di latte con il lievito per dolci. Il burro può essere sostituito dall’olio o dallo strutto.
Iniziare ad amalgamare gli ingredienti all’interno della fontana con una forchetta, incorporando pian piano anche la farina disposta ai lati.
Quando risulterà difficoltoso continuare ad amalgamare l’impasto con la forchetta, iniziare ad impastare con le mani.
Lavorare l’impasto fino ottenere un panetto morbido, omogeneo e non appiccicoso.
Una volta ottenuto il panetto, passare alla preparazione delle forme desiderate e inserire l’uovo sodo con il guscio. Spennellare con i tuorli sbattuti e se si vuole, ricoprire con le codine di zucchero colorato.
Adagiare sulla teglia da forno precedentemente imburrata e infarinata, infornare per 30 minuti a 200°.
La superficie  può essere decorata con la glassa di zucchero. In questo caso: montate a neve 2 albumi con qualche goccia di limone e 250 gr di zucchero e stendete sulla cuzzupa raffreddata. Fate indurire la glassa prima di servire il dolce.