Soverato

Soverato

Soverato

Soverato è una splendida località situata nella parte sud del Golfo di Squillace. Bagnata dal mar Jonio, sviluppa il suo centro vitale nella zona della costa, totalmente incorniciata dal lungomare che regala una vista su una spiaggia dorata vastissima e splendida.

Nella parte superiore sono ancora visibili i resti di Soverato antica, danneggiata dal  terremoto del 1783 e poi abbandonata della popolazione  che la utilizzò come cava di materiali per la costruzione del nuovo villaggio sull’altura vicina. Di quell’antico centro si possono ancora ammirare alcuni tratti delle mura di cinta, i resti del fortilizio baronale, la chiesa Matrice e di Santa Caterina Martire, le viuzze, le abitazioni.

E’ una città dalle origini antiche, culla di popoli che sbarcarono lungo la sua costa e scena di avvenimenti passati. Qui si insediarono i Siculi come testimoniano i ritrovamenti di alcune tombe lungo la costa e poi i greci che fondarono il villaggio di Poliporto, che conserva i  cui resti di alcuni magazzini, di età romana però,  riaffiorati in seguito alle numerose mareggiate invernali.

Nell’Alto Medioevo avvenne il trasferimento degli abitati sui colli, accelerato dal IX secolo per le incursioni saracene.. Poliporto divenne Suberatum, o, nelle fonti greche, Souberaton. Dopo i secoli bizantini (553-1060), il dominio normanno fondò il Regno di Sicilia, di cui venne incoronato nel 1130 sovrano Ruggero II. Soverato fu parte della contea normanna di Squillace, la cui sede passò a Catanzaro sotto gli Svevi (1191 – 1266), gli Angioini (1266 – 1442) e Aragonesi, che nel 1503 cedettero al ramo spagnolo.

Oggi Soverato è una splendida località sul mare, capace di offrire tutto l’anno spunti per itinerari ed esperienze naturalistiche e culturali. Ha una posizione centrale che garantisce la vicinanza con altri luoghi di interesse. Passare una giornata o una vacanza a Soverato vuol dire farsi cullare dal mare, gustare i sapori della Calabria e immergersi in storie antiche che ancora hanno tanto da raccontare.

La nostra giornata a Soverato è passata velocemente tra i vicoletti del centro, le sue chiese e architetture, il mare e un pranzo tipico buonissimo. Se pranzate a Soverato, chiedete di assaggiare la frittura di pesce del posto, vi porteranno i “surici” (pesce pettine) e poi tante altre specialità.

soverato spiaggia