Cropani

Cropani

SAM_1539porta interno

Duomo di Santa Maria Assunta

Duomo di Santa Maria Assunta

SAM_1543SAM_1544SAM_1560SAM_1570 (1)SAM_1574SAM_1579SAM_1530SAM_1529 (1)vicoloSAM_1587SAM_1577SAM_1591SAM_1601

Cropani è uno dei comuni della Valle del Crocchio, in provincia di Catanzaro.

La parte alta del paese regala una vista spettacolare, intervallata da vaste aree verdi che si prolungano fino al mare. La natura spettacolare di questo luogo che regala la possibilità di itinerari naturalistici bellissimi, fa da contorno ad un centro storico ricco di cultura e di arte. Passeggiando per Cropani si può riscoprire un pezzo di Calabria incontaminato e custode di preziose tradizioni antiche. Le sue origini sono incerte, anche se alcuni ritrovamenti fanno ipotizzare che fosse già abitato prima della venuta dei monaci bizantini nel VI sec. d.C..  Il successivo dominio normanno fu florido per la costruzione di monumentali cattedrali e palazzi.

Entrando dall’antica porta si può ammirare il Duomo Romanico di Santa Maria dell’Assunta, eretto nel XV sec..  La struttura è stata costruita con grandi blocchi di granito tufaceo e spicca per il suo imponente campanile, alto 43 metri. Esso presenta otto monofore al terzo e al quarto piano, e termina con una cuspide piramidale a otto facce rivestite di maiolica. Nel 1756 il campanile fu ampiamente ricostruito perché seriamente danneggiato da un fulmine.
La facciata è stata costruita con blocchi di pietra locale: arenaria, calcare e tufo. La scalinata granitica conduce al portale quattrocentesco, costituito da quattro archi tufacei concentrici a tutto sesto, compresi fra due colonne e un architrave. Il rosone gotico presenta dodici colonnine a raggiera ed è sormontato da una nicchia. Il portale secondario, che punta verso il mare, è in pietra scolpita e risale al XVI secolo.

All’interno del duomo si può ammirare la “Dormitio Virginis”, tavola quattrocentesca collocata sull’altare maggiore.

Bella e di notevole importanza storica è la chiesa di Santa Lucia, risalente al XIII sec. Situata nel cuore del paese, a pochi passi dal duomo, la facciata conserva ancora lo stemma della casata Cosentino, che ne commissionò l’edificazione.

Proseguendo il percorso per il centro storico si arriva alla chiesa di Santa Caterina e di San Giovanni.

Percorrendo i vicoli medievali del paese si possono ammirare gli antichi e nobili palazzotti signorili, con i balconi in ferro battuto e gli eleganti portali in pietra, le vecchie case con le scale esterne, gli archi dei sottopassi che rendono il paese di Cropani un gioiello di altri tempi.

Il territorio, inoltre, ospita importanti siti archeologici di epoca compresa tra il Neolitico Medio e la fase Tardo-Antica, antecedenti cioè alla nascita dell’attuale borgo di Cropani. Sono visibili tracce significative del Santuario di Acqua di Friso (fine VII – V sec. A.C.), i lacerti di fattorie brettie, gli insediamenti di ville rustiche romane e ben due siti Tardo-Antichi.

La zona costiera è poi caratterizzata da lunghe distese sabbiose che permettono passeggiate in riva al mare anche nei periodi autunnali, grazie ad un clima mite per buona parte dell’anno.

Cropani è un vero e proprio capolavoro di natura e di arte, impreziosito ancora di più dalla sua posizione che lo porta ad essere vicino ad altri interessanti centri calabresi sia marittimi che montani.